Gallerie dell’Accademia

Una cartolina “tridimensionale” per le Gallerie dell’Accademia

Era richiesto il progetto di una “cartolina” che, ispirata ad una o più opere pittoriche presenti nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia, si concretizzasse in una struttura tridimensionale più o meno complessa.

Lo scopo del progetto, oltre a realizzare uno strumento promozionale delle Gallerie, è sollecitare una visita finalizzata ed inedita delle Gallerie con un occhio attento ai particolari presenti nelle opere esposte.

La “cartolina” doveva essere trasformabile – attraverso la fustellatura – in un oggetto “utile” oltre che comunicativo, ipoteticamente vendibile all’interno del bookshop del museo.

Un gioco per le Gallerie dell’Accademia di Venezia

Era richiesto il progetto di un “gioco” che, ispirato ad una o più opere pittoriche presenti nelle Gallerie dell’Accademia di Venezia, si concretizzasse in una struttura tridimensionale più o meno complessa.
Lo scopo del progetto era sollecitare una visita finalizzata ed inedita delle Gallerie con un occhio attento ai particolari presenti nelle opere esposte.

Un biscotto per le Gallerie dell’Accademia

Il brief di progetto richiedeva la realizzazione di un biscotto ispirato ad un’opera pittorica presente alle Gallerie dell’Accademia di Venezia.
La finalità del progetto è sollecitare una visita concentrata ed inedita delle Gallerie con un occhio attento ai particolari presenti nelle opere esposte.
Ulteriore scopo del progetto era costruire un artefatto che, legato in modo diretto ed evidente ad un’opera artistica presente nelle Gallerie dell’Accademia, possedesse anche un aspetto proporzionale particolarmente studiato. Si raccomandava quindi di verificare i rapporti proporzionali tra le parti dell’oggetto e di renderli evidenti con un disegno delle linee strutturali da sovrapporre alla vista frontale dell’artefatto.
Il progetto del biscotto è diventato anche una riflessione su come la forma può aiutare la percezione del sapore.

Una lettera tridimensionale

Il progetto era in relazione con il Bicentenario della fondazione (1817) delle Gallerie dell’Accademia di Venezia nel 2017. Al fine di realizzare un artefatto facilmente realizzabile e vendibile nel bookshop delle Gallerie e anche nel Magazzino del Sale dell’Accademia di Venezia, era richiesto il progetto di una “lettera” (vocale o consonante) tridimensionale da costruirsi partendo da un template (oggetto del progetto) bidimensionale. Alla “lettera” assegnata (diversa per ogni studente fino a completare tutto l’alfabeto), lo studente doveva trovare una relazione con un personaggio, un artista, un’opera o una situazione gravitante attorno alle Gallerie dell’Accademia di Venezia. Era richiesto l’inserimento del logo delle Gallerie con un’infografica, stampata nel foglio-template (oggetto del progetto), che spiegasse la costruzione della lettera e che sintetizzasse i ragionamenti progettuali che hanno portato alla definizione grafica e formale dell’artefatto, motivando la relazione tra la “lettera” e il relativo “argomento” scelto. Era consigliato l’impiego di un cartoncino da 300 grammi formato A3 stampato solo da un lato e cordonato al centro, ottenendo così le misure di un formato A4. La piegatura a metà del foglio suggerita era da prevedersi nel template progettato.