Triennio 2014/2015

Mostra Gioielli per Ercole Moretti

La mostra ha esposto una selezione dei prototipi di gioielli realizzati dagli studenti del Corso di Design nell’anno accademico 2014-2015.
Il progetto assegnato, in collaborazione con la vetreria Ercole Moretti di Murano, ha avuto lo scopo di avvicinare gli studenti alla conoscenza del vetro come prodotto pregiato e tipico della tradizione Made in Italy promuovendo la realizzazione fisica di una serie di prototipi di gioiello in vetro.
Poteva essere realizzata qualunque tipologia di gioiello (collana, orecchino, bracciale, spilla, anello) utilizzando il materiale vitreo messo a disposizione dalla vetreria Ercole Moretti.
La scelta dei materiali da utilizzare (esclusivamente perle e murrine di scarto) è avvenuta direttamente da parte dei singoli studenti durante la visita alla fornace a Murano che era stata organizzata all’inizio del corso.
Il tema di riferimento per lo sviluppo dei progetti era All the World’s Futures individuato dal curatore Okwui Enwezor per la 56. Esposizione Internazionale d’Arte (9 maggio -22 novembre 2015) di Venezia.
La cura della mostra è stata di Desirèe Cescon e Margherita Faè.

Stampa

018

019

000 016

(foto di Niccolò Rodighiero)

Triennio 2014/2015 – Gioco per il Peggy Guggenheim Museum

Il progetto di un “gioco” che, ispirato alla Peggy Guggenheim Collection o al Palazzo Venier dei Leoni che la ospita a Venezia, si concretizzi in una struttura tridimensionale più o meno complessa. Nella progettazione si doveva tener conto che il “gioco” fosse rappresentativo del Peggy Guggenheim Collection a Venezia, richiamandone aspetti storici, architettonici, ludici e/o facendo riferimento principalmente all’architettura del luogo. Il “gioco” doveva essere facilmente riproducibile con tecnologie semplici, ponendo attenzione al costo di produzione. Erano suggeriti l’uso del cartone e/o del legno, anche se erano ammessi, salvo verifica, altri tipi di materiale. Le regole governanti il gioco facevano parte integrante del progetto. Era richiesta la realizzazione di un prototipo funzionante in scala al vero in cui porre attenzione anche all’ordine compositivo dei vari elementi all’interno della scatola contenitore. Pur essendo lo scopo principale la realizzazione di una struttura fisica tridimensionale, era ipotizzabile ed auspicabile che ci fosse una relazione con le “app” e/o con una “continuazione virtuale” del gioco ideato.

000 14 CesconDesirèeFaèMargheritaGioco02 000 14 CesconDesirèeFaèMargheritaGioco01  000 19 FabrisGiuliaGioco1 000 19 FabrisGiuliaGioco2 (altro…)

Triennio 2014/2015 – Scatola a sorpresa (progetto finale)

Il progetto di una scatola e del suo contenuto in cui le problematiche della rappresentazione, della grafica, del packaging e del pop up troveranno concretizzazione raccogliendo tutti i progetti e (eventualmente) le esercitazioni elaborate. Il contenitore dovrà presentare una sorta di “riassunto tridimensionale” del corso. La scatola rispetterà le misure (in prospetto) del contenitore standard porta DVD (H cm 19,2 x P cm 13,8), mentre lo spessore (L) è a discrezione. È richiesta la consegna di due immagini digitali formato 800×600 pixel dell’oggetto realizzato (una foto della scatola chiusa ed una aperta) inserite anche nella scheda da consegnare.

00 BombonatoMartinoScatola02 00 BozzatoAndreaScatola02 00 CesconDesirèeScatola02 MatkovičMiaScatola02 (altro…)